Prendiamola Con Stampa 3д

Il meglio di scrittura creativa sono utili La laurea di tutti noi

Elitarismo totalitario. Élite della nomenclatura. (M. Dzhilas, M. Voslensky). Lo strato dirigente che ha interesse terribilmente per conservazione di sistema totalitario, possedendo una serie di privilegi è in un tempo preciso formato. La formazione di spari è rigidamente regolata sulla base del principio di selezione negativa. - la persona decente, alta e morale non può quasi passare attraverso un setaccio di selezione di nomenclatura.

Teorie preziose (V. Ropke, Ortega-Gasset). L'élite è il settore di società assegnata con capacità alte a direzione. L'élite è il risultato più di selezione naturale di persone con qualità eccezionali e capacità di operare la società. La formazione di élite non contraddice i principi di democrazia. L'uguaglianza sociale della gente deve esser capita come pari opportunità.

Teoria di democrazia d'élite. Neoelitism (R. Aron, J. Plametats Dzh. Sartori, P. Bakhrakh) comprensione di democrazia come lotta competitiva di candidati alla direzione di società durante campagne selettive. L'élite non domina e compie la direzione di masse dal loro consenso spontaneo, per mezzo di elezioni libere.

Il primo è tipico per gli stati con non i modi democratici e è caratterizzato da vicinanza, una base sociale stretta di formazione da un cerchio della gente, effettuando la selezione. È solito per gli stati con mobilità sociale bassa. Il tipo chiuso di reclutamento è storicamente il primo perciò prevale in società conservatrici.

Ideologico, l'élite di informazioni - i rappresentanti principali delle discipline classiche, educations, i mezzi di comunicazione di massa che effettuano in funzione di società di formazione di viste mondiali, orientamenti preziosi, idee e fede della gente.

Schopenhauer ha annotato: "Su luce ci sono tre tipi dell'aristocrazia: aristocrazia della nascita e il grado; aristocrazia monetaria e aristocrazia di mente e talento. L'ultimo, veramente, il più notabile e l'eminente anche ammettono tale se solo dargli il tempo. Ancora Friedrich Weliki ha raccontato: "Les ames privilegiees rangent l'egal des souveraines" - "la gente dotata in una base uguale con monarchi", - quando sembrato al suo goffo gofmarshal che il posto a una tavola di Marshall, e a Voltaire a una tavola di persone regali e principi è assegnato per ministri e generali.